Dipartimento Interdisciplinare di Medicina, DD. 177/2023

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto 2023-10-18 12:00:00 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Prestazione professionale
Sede di servizio DIM
Modalita di presentazione della domanda

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere indirizzata al Direttore del Dipartimento
Interdisciplinare di Medicina – Università degli Studi di Bari - P.zza G. Cesare – c/o Policlinico 70124
BARI BA.
La domanda di partecipazione, redatta secondo l’Allegato A al presente bando e corredata della
documentazione di cui al successivo articolo dovrà essere inoltrata, pena l’esclusione, entro il
decimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando sul sito Uniba (www.uniba.it – sezione
bandi di lavoro) ed affisso all’Albo Pretorio Online Uniba: http://www.uniba.it/ateneo/albopretorio/
albo-pretorio-on-line.
La domanda di partecipazione, deve essere trasmessa, considerate le difficoltà collegate al
particolare periodo storico e legate alla gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19,
esclusivamente per via telematica, secondo quanto previsto dall’art. 65 del Decreto Legislativo 7
marzo 2005, n. 82 (Codice dell’amministrazione digitale), al seguente indirizzo di PEC:
direzione.dim@pec.uniba.it, indicando all’oggetto “Partecipazione selezione bando n. 33/DIM -
D.D. n. 177 del 06/10/2023”, a cui essa si riferisce. Le domande si considerano prodotte in tempo
utile se spedite, come sopra specificato, entro il termine indicato.
Tutti i documenti inviati a mezzo posta elettronica dovranno essere redatti esclusivamente in
formato PDF. Il contenuto massimo della PEC è 10 MB. Nel caso in cui per l’invio della domanda
fosse necessario superare tale capacità, il candidato è invitato ad inviare ulteriori PEC indicando
nell’oggetto “integrazione alla domanda di partecipazione al bando n. 33/DIM” numerando
progressivamente ciascuna PEC integrativa. La domanda dovrà essere sottoscritta dal candidato. La
mancata sottoscrizione della domanda o l’omissione in parte o totale, dei requisiti richiesti per la
partecipazione alla selezione, pregiudica il diritto di ammissione alla selezione.
Della inammissibilità alla selezione sarà inviata comunicazione all’interessato.

Elementi di valutazione della candidatura

La Commissione esaminatrice effettuerà la selezione mediante la valutazione dei titoli e lo
svolgimento di un colloquio. Il punteggio riservato ai titoli è 50 punti.
Le categorie di titoli valutabili sono le seguenti:
a) ulteriori titoli accademici rispetto a quelli richiesti per la partecipazione;
b) esperienze già maturate nel settore di attività oggetto del contratto;
c) pubblicazioni scientifiche attinenti alle attività oggetto del contratto;
d) altri titoli inerenti alle prestazioni oggetto del contratto.
La Commissione esaminatrice nella riunione preliminare, prima di procedere all’esame dei titoli,
definirà i criteri di valutazione degli stessi stabilendo la ripartizione del punteggio all’interno di
ciascuna delle succitate categorie.
La valutazione dei titoli sarà resa pubblica prima del colloquio.
La Commissione, per la valutazione dei candidati, avrà a disposizione, oltre ai 50 punti riservati ai
titoli, un ulteriore punteggio massimo di 50 punti per il colloquio.
Il colloquio, che verte sulle materie indicate nell’avviso, si intenderà superato se il candidato
conseguirà una votazione minima di almeno 35 su 50. La mancata presentazione di un candidato al
colloquio nell’ora e nel giorno stabilito sarà considerata rinuncia alla procedura comparativa.
L’elenco dei candidati ammessi al colloquio e la data, ora e modalità di svolgimento del colloquio,
ovvero l’eventuale rinvio delle predette notizie, sarà reso noto mediante pubblicazione sul sito
https://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro/. Tale pubblicazione avrà valore di notifica
personale a tutti i candidati interessati esonerando il Dipartimento Interdisciplinare di Medicina da
comunicazioni in merito.

Note
Commissione giudicatrice
Decreto di nomina della commissione DD. 184/2023
Nominativi componenti della Commissione Prof. Silvio TAFURI, Prof. I fascia, responsabile scientifico, Università degli Studi di Bari Aldo Moro; Prof.ssa Cinzia Annatea GERMINARIO, Prof. I fascia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro; Prof. Pasquale STEFANIZZI, Ricercatore a t.d. - t.pieno (art. 24 c.3-a L. 240/10), Università degli Studi di Bari Aldo Moro; Sig. Giovanni SANTONICCOLO, Pers. Tecnico Amm.vo - Cat.D3, segretario verbalizzante
File decreto di nomina Commissione PDF document Decreto Commissione Bando n. 33_2023.pdf — Documento PDF, 232 KB

Profili ricercati

DD. 177/2023 - bando 33 - Laureato in Diritto dello sviluppo sostenibile 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
1 Specialistico 5 Mese/i Prendere visione del decreto allegato al presente bando.
Oggetto della prestazione

Redazione di reportistica periodica, supporto alle attività del coordinamento del progetto, con particolare riferimento agli stati di avanzamento, preparazione delle riunioni di coordinamento, redazione dei processi verbali, analisi SWAAT.

Requisiti per la partecipazione

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
1) Cittadinanza italiana, di uno degli Stati Europei o Extraeuropei;
2) Non aver riportato condanne penali che escludono dall’elettorato attivo e passivo e non essere
stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente
rendimento, ovvero essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, I
comma, lettera d) del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello
Stato, approvato con D.P.R. 10/01/1957 n. 3;
3) Idoneità fisica a svolgere le attività oggetto della prestazione;
4) Godimento diritti civili e politici;
5) Possesso dei seguenti titoli:
Titoli:
- diploma di laurea in Diritto dello sviluppo sostenibile (Classe LM-SCGIUR);
- ovvero diploma di laurea conseguito ai sensi della normativa previgente al DM 3/11/1999 n. 509
e al D.M. 22/10/2004 n. 270 ed equiparato alla predetta laurea specialistica con D.L. 5 maggio
2004 e percorso nell’ambito della organizzazione sanitaria.
Competenze: conoscenza della pubblica amministrazione, supporto alle attività di
farmacovigilanza, capacità progettuale.
6) Titolare di partita IVA.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione
delle domande di partecipazione. I concorrenti sono ammessi con riserva alla procedura selettiva.
L’Amministrazione del Dipartimento potrà disporre in ogni momento, con decreto motivato del
Direttore, l’esclusione per difetto dei requisiti prescritti.
I cittadini stranieri dovranno essere in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a
quelli sopra citati ai sensi della normativa vigente (accordi internazionali o ai sensi dell’art. 332 del
T.U. n. 1592/33). Tale equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle
competenti autorità.
I cittadini stranieri devono, inoltre, avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

Azioni sul documento

published on 09/10/2023 ultima modifica 30/10/2023