Dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti (Di.S.S.P.A.), D.D. n. 110/2022

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto 2023-01-02 12:00:00 salvo rettifica.

Bacheca avvisi

Il colloquio sarà espletato in data 13/01/2023 alle ore 10,30 presso la biblioteca della Sezione di Genetica e Miglioramento Genetico del Dipartimento, sita al terzo piano dell’ultimo plesso della ex Facoltà di Agraria

Tipologia contrattuale Prestazione professionale
Sede di servizio
Modalita di presentazione della domanda

Per la partecipazione alla selezione il candidato dovrà produrre apposita domanda, redatta su carta libera ed in base allo schema di cui all’unito allegato A, disponibile su sito web dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, indirizzata alla Direttrice del Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti, Via G. Amendola n. 165/A – 70126 Bari. Essa va presentata telematicamente agli indirizzi di posta elettronica disspa@pec.uniba.it o protocollo.disspa@uniba.it, indicando all’oggetto, il Decreto del Bando a cui essa si riferisce. L’istanza dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12.00 dell’undicesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando pubblicato sul sito web Uniba http://reclutamento.ict.uniba.it/bandi-di-lavoro ed affisso all’Albo Pretorio OnLine Uniba: http://www.uniba.it/ateneo/albo-pretorio/albo-pretorio-on-line.

Farà fede la data e l’ora di arrivo al Protocollo del Dipartimento. Resta inteso che il recapito della PEC o della E-Mail rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo non giunga a destinazione in tempo utile.

Nella domanda i candidati dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, a pena di esclusione dalla procedura selettiva stessa:

  • cognome e nome;
  • data e luogo di nascita;
  • cittadinanza posseduta;
  • il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime. I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e degli Stati Extra-Europei devono dichiarare di godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi del mancato godimento;
  • di non avere riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti. In caso contrario indicare le condanne riportate, la data di sentenza e l’Autorità Giudiziaria che l’ha emessa;
  • di essere in possesso del titolo di studio richiesto tra i requisiti di partecipazione alla selezione. I cittadini stranieri dovranno dichiarare, altresì, di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • di prestare o non prestare servizio presso pubbliche amministrazioni;
  • la residenza, nonché il domicilio o recapito, completo del codice di avviamento postale, al quale si desidera che siano trasmesse le comunicazioni relative al presente bando. Ogni eventuale cambiamento della propria residenza o del recapito indicato nella domanda di ammissione dovrà essere comunicato tempestivamente al Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Il candidato deve inoltre indicare il numero di partita IVA di cui è titolare nonché il codice di attività richiesto per l’affidamento dell’incarico.

Alla domanda dovrà essere allegato, pena l’esclusione, un curriculum formativo e professionale, datato e firmato, dal quale si evinca la capacità allo svolgimento della collaborazione. La documentazione comprovante quanto nello stesso dichiarato potrà essere presentata in autocertificazione, o con dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, ai sensi del D.P.R.  n. 445/2000 (redatte secondo lo schema di cui all’allegato B e C). È richiesta la presentazione della fotocopia di un documento di identità firmata dal candidato.

Elementi di valutazione della candidatura

La selezione sarà effettuata da una Commissione, nominata con decreto della Direttrice del Dipartimento, presieduta dal Responsabile del Progetto di Ricerca, corredato da due esperti nelle tematiche oggetto del contratto e coadiuvata da un segretario verbalizzante.

Essa formulerà la graduatoria di merito dei candidati sulla base della valutazione dei titoli presentati e di un colloquio. Il punteggio riservato ai titoli è 50/100. Le categorie di titoli valutabili sono le seguenti:

  • ulteriori titoli accademici rispetto a quelli richiesti per la partecipazione;
  • esperienze già maturate nel settore di attività oggetto del contratto;
  • pubblicazioni scientifiche attinenti alle attività oggetto del contratto;
  • altri titoli inerenti alle prestazioni oggetto del contratto.

La Commissione esaminatrice nella riunione preliminare, prima di procedere all’esame dei titoli, definirà i criteri di valutazione degli stessi stabilendo la ripartizione del punteggio all’interno di ciascuna delle succitate categorie.

Il punteggio riservato al colloquio è 50/100 e si intenderà superato se il candidato avrà riportato una votazione non inferiore a 35 su 50. Saranno valutati, ai fini della verifica della professionalità richiesta, le competenze del candidato sull’argomento oggetto del presente bando.

L’incarico sarà conferito al candidato risultato idoneo a seguito della motivata valutazione comparativa, finalizzata ad accertare la coerenza tra le competenze e le esperienze del candidato con la specifica professionalità richiesta.

Note
Commissione giudicatrice
Decreto di nomina della commissione D.D. 01/2023
Nominativi componenti della Commissione PRESIDENTE: Prof. Luigi RICCIARDI, Ordinario dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Responsabile Scientifico; COMPONENTE: Prof. Stefano PAVAN, Associato dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Esperto; COMPONENTE: Dott. Claudio DE GIOVANNI, Ricercatore confermato dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Esperto; SEGRETARIO: Dott.ssa Tatiana CASSIO, Personale Tecnico-Amministrativo Ctg. D dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.
File decreto di nomina Commissione PDF document Commissione D.D. n. 01-23 Ricciardi Mipaaf.pdf — Documento PDF, 231 KB

Profili ricercati

Esperto nel settore agronomico ed in tema di raccolta e management di germoplasma 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
1 Specialistico 8 Mese/i 30000.0
Oggetto della prestazione

Raccolta di germoplasma sul territorio del DAJF, acquisizione di informazioni storico-culturali sull’agrotecnica ed il consumo dei prodotti delle specie in acquisizione, allevamento, moltiplicazione e gestione conservativa e agronomica delle risorse genetiche acquisite, identificazione di siti di reperimento di risorse genetiche, la loro georeferenziazione, la raccolta di germoplasma, il suo allevamento in isolamento spaziale, che potrà essere compiuto anche in aziende individuate dal professionista o di propria pertinenza, il rilievo di descrittori morfo-produttivi e la conduzione di prove bio-agronomiche con rilievo di dati biometrici e svolgimento delle relative analisi statistiche

Requisiti per la partecipazione

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie (LM69) o di un Diploma di Laurea quinquennale in Scienze e Tecnologie Agrarie, conseguito ai sensi della normativa previgente al D.M. n. 509 del 03/11/1999 ed equiparato alla predetta laurea specialistica con D.I. del 05/05/2024; ovvero Diploma di Laurea Magistrale in una delle classi in cui la predetta classe di laurea è stata trasformata ai sensi del D.M. n. 270 del 22/10/2024; ovvero coloro che siano in possesso di titolo accademico equivalente conseguito presso Università straniere;

comprovata esperienza nella raccolta di germoplasma, rilevazione dati biometrici e morfo-produttivi, analisi statistica dei dati;

esperienza nel management di risorse genetiche e nella progettazione e conduzione di prove sperimentali agronomiche.

Graduatorie finali aggiornate con l'eventuale scorrimento degli idonei non vincitori / Approvazione atti
D.D. 15/2023 Vincitore/i:
  • Dott. MIMIOLA Giancarlo
File

Azioni sul documento

published on 22/12/2022 ultima modifica 05/01/2023