Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica, 37/2024

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto 2024-02-13 23:55:00 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Prestazione occasionale
Sede di servizio
Modalita di presentazione della domanda

La domanda di ammissione alla selezione, redatta in carta semplice secondo l’allegato A al presente bando, corredata dalla documentazione di cui al successivo art. 5, deve essere indirizzata al Direttore del Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica - Piazza Umberto I n. 1 – 70121 BARI e con l’indicazione del numero e data del Decreto dovrà essere trasmessa esclusivamente per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata direzione.dirium@pec.uniba.it. Si precisa che il predetto indirizzo è abilitato a ricevere mail anche da account di posta elettronica non certificata,

Elementi di valutazione della candidatura

La Commissione formulerà la graduatoria di merito dei candidati sulla base della valutazione dei titoli e pubblicazioni presentate, nonché di un colloquio finalizzato alla verifica del possesso delle competenze indicate dall’art. 3.

Per la valutazione dei titoli, il punteggio massimo (espresso in cinquantesimi) attribuibile dalla Commissione esaminatrice è pari a 50/50, così ripartito:

  1. a) ulteriori titoli accademici rispetto a quelli richiesti per la partecipazione fino ad un massimo di 10/50;
  2. b) esperienze già maturate nel settore di attività oggetto del contratto fino ad un massimo di 25/50;
  3. c) pubblicazioni scientifiche attinenti alle attività oggetto del contratto fino ad un massimo di 5/50;
  4. d) altri titoli inerenti alle attività oggetto del contratto fino ad un massimo di 10/50.

 

La Commissione esaminatrice nella riunione preliminare, prima di procedere all’esame dei titoli, definisce i criteri di valutazione degli stessi stabilendo la ripartizione del punteggio all’interno di ciascuna delle succitate categorie.

Al termine della riunione dedicata alla valutazione dei titoli, la Commissione esaminatrice forma l’elenco dei candidati con l’indicazione dei punti da ciascuno riportati e provvede per l’affissione all’Albo Pretorio on line del Dipartimento.

Il colloquio, che verterà sugli argomenti indicati all’art. 3 del presente bando, si intende superato se il candidato consegue una votazione minima di almeno 35/50.

Note

Profili ricercati

Incarico di lavoro autonomo, della durata di 70 giorni, non naturali e consecutivi, da febbraio 2024 ad aprile 2024, per le esigenze del Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro connesse alla realizzazione del Corso di Corso di perfezionamento “Cultura, metodi e processi per la partecipazione”. 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
1 Specialistico 70 Giorni 3687.0
Oggetto della prestazione

le seguenti attività:

- supporto organizzativo e moderazione per gli incontri e l'eventuale dibattito

- tutor dell'aula virtuale del corso inclusa la gestione dell'intero collegamento

- tutor dell'aula fisica per i laboratori in presenza

- supporto e collaborazione con il coordinatore scientifico nella calendarizzazione delle elezioni e gestione dei contatti con i docenti del corso;

- gestire i contatti con i corsisti;

- raccogliere e collazionare il materiale didattico fornito dai docenti

- raccogliere e collazionare i project work realizzati dai corsisti

- registrazione video e fotografica delle lezioni e dei laboratori e operazioni di post produzione

- supporto nell'operazione di georeferenziazione dei progetti presentati dai corsisti.

Requisiti per la partecipazione

Possono partecipare alla selezione pubblica coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Diploma di laurea magistrale in almeno una delle seguenti classi:
  • Scienze Filosofiche LM - 78
  • Scienze Storiche LM - 84
  • Scienze della Comunicazione LM - 85

o titolo equivalente alla laurea magistrale o specialistica nell'ambito dell'ordinamento previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, come modificato dal decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;

  • Esperienza professionali coerenti con l’oggetto della prestazione;

 

  • Conoscenza della lingua inglese;

 

  • competenze informatiche certificate anche attraverso la partecipazione a progetti:

-gestione delle piattaforme Google e delle piattaforme di streaming;

-gestione post-produzione per le registrazioni delle lezioni e dei laboratori;

- gestione supporto tecnico-scientifico ai docenti del Corso per la produzione di materiali originali da caricare sulla piattaforma della Regione Puglia

 

  • non aver riportato condanne penali che escludono dall'elettorato attivo e passivo e non essere stati destituiti dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d) del Testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. 10.01.1957, n. 3;
  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • idoneità fisica alla collaborazione. Il Dipartimento ha la facoltà di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore della selezione pubblica, in base alla normativa vigente;
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • insussistenza di vincoli di parentela o di affinità entro il quarto grado con il personale in servizio presso il Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica.

I cittadini di Stati membri dell’Unione Europea devono possedere i seguenti requisiti:

-        godimento dei diritti civili e politici dello Stato di appartenenza o di provenienza;

-        essere in possesso, ad eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;

i cittadini stranieri appartenenti ad altri Stati membri dell’Unione Europea dovranno essere in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quello sopra citato in base ad accordi internazionali, ovvero con le modalità di cui all’art. 332 del Testo Unico 31 agosto 1933, n. 1592. Tale equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione e avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

Azioni sul documento

published on 02/02/2024 ultima modifica 02/02/2024