Strumenti personali

Logotipo di UniBa
Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Bandi di lavoro / Dipartimento di Giurisprudenza Prot. n. 243/2016

Dipartimento di Giurisprudenza, Prot. n. 243/2016

Avviso di vacanza di insegnamento

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 23/04/2016 salvo rettifica.

Bacheca avvisi

Rettifica Avviso di vacanza

     A parziale rettifica dell’Avviso di vacanza per insegnamenti A.A. 2016/2017 di cui all’oggetto, si comunica che l’insegnamento di Storia del diritto Italiano M-Z, della Laurea Magistrale in Giurisprudenza deve intendersi da 10 CFU.

L’avviso, in riferimento a tale insegnamento, è pertanto rettificato come segue:

Settore Insegnamento

IUS/19 - Storia del diritto italiano M-Z (II semestre) - CFU 10


Insegnamento impartito, per comunanza, anche nel Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (già di impresa) con la denominazione di Storia del Diritto Italiano I (5 CFU).

Tipologia contrattuale Prestazione professionale
Sede di servizio Dipartimento di Giurisprudenza
Modalita' di presentazione della domanda

 

La domanda, in carta semplice, indirizzata al Direttore del Dipartimento, deve pervenire entro non oltre le ore 12.00 del giorno 23 aprile 2016, presso la Direzione del Dipartimento di Giurisprudenza.

Si fa presente che le domande possono essere presentate anche tramite fax al seguente numero: 080-5717358, ovvero mediante posta certificata al seguente indirizzo direzione.giurisprudenza@pec.uniba.it.

Elementi di valutazione della candidatura

 

Per la copertura dei predetti insegnamenti hanno titolo a partecipare, in successione:

1) docenti di altre strutture dell’Ateneo che presentino domanda a titolo di completamento del carico didattico;

2) professori di prima e seconda fascia, ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, assistenti del ruolo ad esaurimento, nonché professori incaricati stabilizzati;

3) personale di Enti pubblici e privati con i quali l’Università di Bari abbia stipulato specifiche convenzioni;

4) professori e ricercatori collocati a riposo, che non abbiano superato, rispettivamente, l’età di 72 e 67 anni.

Visto che alla data odierna gli incarichi relativi agli insegnamenti sopra indicati non hanno copertura finanziaria, gli stessi saranno attribuiti a titolo gratuito.

Nella domanda l’aspirante all’incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest’ultimo ai sensi dell’art. 16, 1° comma, della legge n. 341/90, deve indicare il proprio status accademico, l’Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza, precisare se l’insegnamento cui aspira rientri o no nell’impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili, nonché indicare il carico complessivo assolto, in CFU ed ore, presso altre strutture.

L’aspirante all’incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell’A.A. 2015/2016 e che intende professare nell’A.A. 2016/2017.

Gli aspiranti all’incarico di insegnamento di cui ai punti 2), 3) e 4), devono dichiarare che non sussistano le situazioni di incompatibilità previste dall’art. 6 del Regolamento di Ateneo approvato con D.R. n. 7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013, e devono allegare titoli e documentazioni necessari per la valutazione didattico-scientifica ai fini dell’attribuzione dell’incarico e della eventuale valutazione comparativa prevista dall’art. 2, del citato D.R., nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza. E’ ammesso il riferimento alla documentazione già allegata in occasione di precedenti domande, già presentate per analogo incarico presso la I Facoltà di Giurisprudenza o presso il Dipartimento di Giurisprudenza.

L’aspirante all’incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento relativo all’A.A. 2016/2017, su supporto informatico. Il programma deve essere formulato in modo da assicurare uno studio congruo e coerente con la formazione giuridica degli iscritti al corso di laurea cui l’insegnamento pertiene.

Gli incarichi sono conferiti con provvedimento del Rettore al personale interno al sistema universitario nonché al personale di cui al punto 3 secondo le modalità definite dalla convenzione senza oneri per l’Università.

Ai soggetti esterni al sistema universitario, gli incarichi sono affidati mediante contratto a titolo gratuito ai sensi dell’art. 2 del D.R. n. 7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013, ferma restando l’applicazione, ove compatibili, delle restanti previsioni del medesimo D.R. e di quelle in esso richiamate.

Profili ricercati

Bando di vacanza Prot. n. 243/2016 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
11 Didattico Prendere visione del decreto allegato al presente bando.
Oggetto della prestazione

 

vacanza, per la copertura, per l’a.a. 2016/2017, con le forme dell’affidamento o, in subordine, per contratto, dei seguenti incarichi di insegnamento:

 

INSEGNAMENTI FONDAMENTALI

LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA

 

Settore

Insegnamento

CFU

IUS/01

Diritto civile I A-L (II semestre)

6

IUS/12

Diritto tributario M-Z (I semestre)1

9

IUS/19

Storia del diritto italiano A-L (II semestre)2

10

IUS/19

Storia del diritto italiano M-Z (II semestre)3

9

 

INSEGNAMENTI FONDAMENTALI

LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA (già D’IMPRESA)

 

Settore

Insegnamento

CFU

IUS/16

Diritto processuale penale I (II semestre)

5

IUS/19

Storia del diritto italiano II (I semestre)4

9

SECS-P/07

Ragioneria generale ed applicata (I semestre)5

9

ING-IND/35

Economia e organizzazione aziendale (I semestre) 6

6

 

 

INSEGNAMENTI FONDAMENTALI

LAUREA IN Scienze dei servizi giuridici

 

Settore

Insegnamento

CFU

IUS/03

Diritto agrario – Modulo da 6 CFU (I semestre)7

6

IUS/15

Istituzioni di diritto processuale (I semestre)8

9

 

 

INSEGNAMENTI OPZIONALI

LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA

 

Settore

Insegnamento

CFU

MED/43

Medicina legale (I semestre)9

9

 

1 Insegnamento impartito, per comunanza, anche nel Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici.

2 Insegnamento impartito, per comunanza, anche nel Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici e Scienze dei servizi giuridici di impresa (9 CFU).

3 Insegnamento impartito, per comunanza, anche nel Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (già di impresa) con la denominazione di Storia del Diritto Italiano I (5 CFU).

4 Insegnamento impartito per comunanza con l’insegnamento di Storia del diritto italiano II (9 CFU) del Corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza, secondo anno, coorte 2015-16.

5 Insegnamento impartito per comunanza anche nel Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici d’impresa.

6 Insegnamento impartito per comunanza anche nel Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici d’impresa.

7 Insegnamento impartito per comunanza anche nei Corsi di laurea in Scienze dei servizi giuridici d’impresa, Magistrale in Giurisprudenza e Magistrale in Giurisprudenza (già di impresa).

8 Insegnamento impartito, per comunanza, anche nel Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici d’impresa.

9 Insegnamento impartito per comunanza anche nei Corsi di laurea Magistrale in Giurisprudenza (già d’Impresa); Scienze dei servizi giuridici; Scienze dei servizi giuridici d’impresa.

Requisiti per la partecipazione

 

Per la copertura dei predetti insegnamenti hanno titolo a partecipare, in successione:

1) docenti di altre strutture dell’Ateneo che presentino domanda a titolo di completamento del carico didattico;

2) professori di prima e seconda fascia, ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, assistenti del ruolo ad esaurimento, nonché professori incaricati stabilizzati;

3) personale di Enti pubblici e privati con i quali l’Università di Bari abbia stipulato specifiche convenzioni;

4) professori e ricercatori collocati a riposo, che non abbiano superato, rispettivamente, l’età di 72 e 67 anni.

Visto che alla data odierna gli incarichi relativi agli insegnamenti sopra indicati non hanno copertura finanziaria, gli stessi saranno attribuiti a titolo gratuito.

Nella domanda l’aspirante all’incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest’ultimo ai sensi dell’art. 16, 1° comma, della legge n. 341/90, deve indicare il proprio status accademico, l’Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza, precisare se l’insegnamento cui aspira rientri o no nell’impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili, nonché indicare il carico complessivo assolto, in CFU ed ore, presso altre strutture.

L’aspirante all’incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell’A.A. 2015/2016 e che intende professare nell’A.A. 2016/2017.

Gli aspiranti all’incarico di insegnamento di cui ai punti 2), 3) e 4), devono dichiarare che non sussistano le situazioni di incompatibilità previste dall’art. 6 del Regolamento di Ateneo approvato con D.R. n. 7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013, e devono allegare titoli e documentazioni necessari per la valutazione didattico-scientifica ai fini dell’attribuzione dell’incarico e della eventuale valutazione comparativa prevista dall’art. 2, del citato D.R., nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza. E’ ammesso il riferimento alla documentazione già allegata in occasione di precedenti domande, già presentate per analogo incarico presso la I Facoltà di Giurisprudenza o presso il Dipartimento di Giurisprudenza.

L’aspirante all’incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento relativo all’A.A. 2016/2017, su supporto informatico. Il programma deve essere formulato in modo da assicurare uno studio congruo e coerente con la formazione giuridica degli iscritti al corso di laurea cui l’insegnamento pertiene.

Gli incarichi sono conferiti con provvedimento del Rettore al personale interno al sistema universitario nonché al personale di cui al punto 3 secondo le modalità definite dalla convenzione senza oneri per l’Università.

Profili ricercati

Data di emanazione del bando
13/04/2016 14:40
Data di termine per la presentazione delle domande
23/04/2016 12:00
File decreto PDF document icon bando vacanza 2015-16.pdf — Documento PDF, 211 KB (216952 bytes)
Allegati al bando
rettifica avviso di vacanza.pdf
allegati bando di vacanza 2015-16.pdf
Azioni sul documento
Pubblicato il: 13/04/2016  Ultima modifica: 20/04/2016
Tieniti aggiornato

Attraverso il feed rss puoi rimanere aggiornato sui nuovi Bandi, Indagini conoscitive e Avvisi di vacanza di insegnamento pubblicati attraverso questa piattaforma.
Per poter usufruire del servizio basta cliccare sull'icona di colore arancio e ottenere il link da utilizzare con il proprio programma per la lettura di rss (come ad esempio Mozilla Thunderbird, Firefox, Outlook, Apple Mail, Vienna, etc).
Si possono sottoscrivere rss sia delle singole strutture (prima utilizzando il filtro, e quindi cliccando l'icona che apparirà) sia il feed generale (icona grande), per ogni tipologia di informazione.