Tu sei qui: Home / Bandi di lavoro / Dipartimento di Giurisprudenza D.D. n. 22

Dipartimento di Giurisprudenza, D.D. n. 22

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 21/03/2019 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Prestazione occasionale
Sede di servizio Dipartimento di Giurisprudenza
Modalita' di presentazione della domanda

Per partecipare alla valutazione comparativa, il candidato dovrà possedere altresì i requisiti indicati nel modello A allegato al presente Avviso e dovrà presentare apposita domanda, redatta in carta semplice e conforme al predetto allegato (A), il quale è disponibile sul sito telematico del Dipartimento. Ogni candidato potrà presentare domanda di partecipazione alla selezione solo per uno degli incarichi di cui al punto 1) che precede. Pertanto, nella suddetta domanda, i candidati dovranno indicare – a pena d’esclusione – se concorrono per il 1° o per il 2°incarico.

La domanda dovrà essere indirizzata al Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari e dovrà pervenire tramite raccomandata A/R, o telematicamente a mezzo di posta certificata (PEC: direzione.giurisprudenza@pec.uniba.it) entro e non oltre le ore 12,00 del 21/03/2019.

Non saranno prese in considerazione le domande inoltrate con modalità diverse o pervenute oltre il termine sopra indicato, anche se spedite entro tale termine.

Il Dipartimento di Giurisprudenza non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.

N.B.: Sarà cura del Responsabile della Posta certificata acquisire la documentazione pervenuta telematicamente e chiuderla in busta chiusa indicando mittente, modalità di spedizione, riferimento al Bando e scadenza, data, ora e numero di protocollo in arrivo.

Nella domanda il candidato dovrà chiaramente indicare il proprio cognome, nome e codice di identificazione personale (codice fiscale). Nella medesima domanda dovrà altresì essere indicato il domicilio eletto ai fini della valutazione comparativa.

La domanda dovrà essere sottoscritta dal candidato. La mancata sottoscrizione della domanda pregiudica il diritto di ammissione alla valutazione comparativa.

Elementi di valutazione della candidatura

La Commissione esaminatrice nella riunione preliminare, previa dichiarazione dei singoli componenti della insussistenza delle cause di incompatibilità e di assenza di conflitto di interessi, prima di procedere all'esame dei titoli, definisce i criteri di valutazione degli stessi stabilendo la ripartizione del punteggio all’interno di ciascuna delle succitate categorie. Per ogni candidato la Commissione esaminatrice deve analiticamente riportare i titoli valutati ed il punteggio ad essi attribuito.

Il risultato della valutazione dei titoli deve essere reso noto agli interessati prima dell’effettuazione del colloquio.

Per la valutazione dei titoli, la Commissione esaminatrice dispone di un punteggio massimo di 50 punti.

Le categorie di titoli valutabili sono le seguenti:

a) ulteriori titoli accademici rispetto al titolo di laurea e al Dottorato di ricerca in materie afferenti al settore scientifico disciplinare indicato fino ad un massimo di dieci punti

b) esperienze già maturate nel settore di attività oggetto del contratto fino ad un massimo di venti punti

c) altri titoli inerenti alle attività oggetto del contratto fino ad un massimo di venti punti.

Per il colloquio la Commissione esaminatrice avrà a disposizione, oltre ai 50 punti riservati ai titoli ripartiti ai sensi del precedente comma, un ulteriore punteggio massimo di 50 punti riservato al colloquio.

Il colloquio, che verte sulle materie prima indicate, si intende superato se il candidato consegue una votazione minima di almeno 35 su 50.

La Commissione esaminatrice, al termine di ogni seduta dedicata al colloquio, predispone un elenco dei candidati esaminati con l’indicazione del voto da ciascuno riportato.

Tale elenco, firmato dal Presidente e dal Segretario della Commissione, è affisso nel medesimo giorno all’Albo della sede di esame.

Al termine dei propri lavori, la Commissione esaminatrice redigerà apposita graduatoria di merito, secondo le modalità indicate nell’art. 10 del D.R. n. 1653 del 05.03.2010 recante il “Regolamento per il conferimento di incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa”.

Commissione giudicatrice
Decreto di nomina della commissione Decreto del Direttore n. 29/19 del 1 aprile 2019
Nominativi componenti della Commissione PRESIDENTE: Prof. Luciano Garofalo
COMPONENTE: Prof. Ivan Ingravallo
COMPONENTE: Dott.ssa Egeria Nalin
SEGRETARIO: Dott. A. Brivitello
File decreto di nomina Commissione PDF document icon n. 29 Garofalo.pdf — Documento PDF, 446 KB (456999 bytes)

Profili ricercati

Decreto Direttoriale n. 22 - procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di due incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo di natura occasionale 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
2 Specialistico 6 Mese/i Prendere visione del decreto allegato al presente bando.
Oggetto della prestazione

1° incarico:

In raccordo con il Coordinatore del gruppo di ricerca designato dal Comitato scientifico d’indirizzo e in cooperazione con le strutture del Dipartimento di Giurisprudenza e del Consiglio della Regione Puglia, eseguire gli opportuni approfondimenti e predisporre, nei termini appresso indicati, uno o più reports debitamente approfonditi e contenenti le elaborazioni ed i risultati relativi all’attività svolta sui seguenti argomenti:

- Classificazione della normativa regionale vigente in rapporto agli SDGs (da definirsi entro tre mesi dalla formalizzazione dell’incarico - previo draft da sottoporsi al Coordinatore del gruppo di ricerca e al Comitato scientifico d’indirizzo - e che produrrà un report di classificazione normativa);

- Ricostruzione della normativa UE in materia di fase ascendente anche in termini di “diritto vivente” attraverso la giurisprudenza delle Corti comunitarie (da definirsi entro sei mesi dalla formalizzazione dell’incarico – previo draft da sottoporsi al Coordinatore del gruppo di ricerca e al Comitato scientifico d’indirizzo - e che produrrà un report sulla raccolta normativa e sulle principali pronunce delle Corti comunitarie).

2°incarico:

In raccordo con il Coordinatore del gruppo di ricerca designato dal Comitato scientifico d’indirizzo e in cooperazione con le strutture del Dipartimento di Giurisprudenza e del Consiglio della Regione Puglia, eseguire gli opportuni approfondimenti e predisporre, nei termini appresso indicati, uno o più reports debitamente approfonditi e contenenti le elaborazioni ed i risultati relativi all’attività svolta sui seguenti argomenti:

- Ricostruzione della normativa (statale italiana e degli altri Stati dell’Unione) d’attuazione verificandone, anche attraverso la giurisprudenza e le best practices applicative, l’efficacia rispetto alle esigenze poste dal nuovo sistema (da definirsi entro sei mesi dalla formalizzazione dell’incarico – previo draft da sottoporsi al Coordinatore del gruppo di ricerca e al Comitato scientifico d’indirizzo– e che produrrà un report di valutazione ed analisi comparata sulla normativa e sulle best practices applicative);

- Definizione delle possibili correlazioni dell’attività del Consiglio Regionale in fase ascendente con le strategie di sviluppo sostenibile, in particolare con gli SDGs e con le strategie definite dall’Unione Europea (da definirsi entro sei mesi dalla formalizzazione dell’incarico – previo draft da sottoporsi al Coordinatore del gruppo di ricerca e al Comitato scientifico d’indirizzo– e che produrrà un documento che indichi i contenuti a corredo delle proposte di legge e delle risoluzioni di fase ascendente da riportare in schede di sintesi che colleghino il provvedimento regionale con gli obiettivi di sviluppo sostenibile, in coerenza col Programma Nazionale di Riforma e il Documento di Economia e Finanza).

Requisiti per la partecipazione

Per l’ammissione alla valutazione è necessario possedere i seguenti titoli (da intendersi cumulativamente e da possedersi alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione):

1. Laurea in Giurisprudenza (V.O. o N. O.) o Laurea magistrale in Giurisprudenza o Laurea magistrale in Giurisprudenza d’Impresa;

2. Dottorato di ricerca in materie giuridiche o diplomi di masters universitari di II livello in materie giuridiche o diplomi delle Scuole universitarie di specializzazione per le professioni legali;

3. Buona conoscenza della lingua inglese.

Costituisco titoli preferenziali valutabili dalla Commissione:

- Ulteriori diplomi di master in materie giuridiche;

- Esperienze lavorative o di ricerca coerenti con l’oggetto dell’incarico;

- Tirocini formativi coerenti con l’oggetto dell’incarico;

- Conoscenza di altre lingue di Paesi membri dell’Unione europea.

- Iscrizione all’Albo degli Avvocati

I titoli necessari e preferenziali dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione.

I candidati sono ammessi con riserva alla selezione.

L’eventuale provvedimento di esclusione è adottato dal Direttore del Dipartimento e sarà notificato all’interessato dopo la scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande.

Approvazione atti
D.D. n 40/19 del 27/05/2019 Vincitore/i:

dott.ssa Lorusso Ilaria C.F. LRSLRI84S55A285J in riferimento all’incarico n. 1- con punti 63/100
dott. Vendola Francesco C.F. VNDFNC88E06L109K in riferimento all’incarico n. 2 - con punti 58/100

File
Profili ricercati

Data di emanazione del bando
07/03/2019 14:05
Data di termine per la presentazione delle domande
21/03/2019 12:00
File decreto PDF document icon Bando prof. Garofalo.pdf — Documento PDF, 811 KB (831367 bytes)
Allegati al bando
Determina Vendola 85/19
Determina Lorusso 84/19
Azioni sul documento
Pubblicato il: 07/03/2019  Ultima modifica: 27/05/2019
Tieniti aggiornato

Attraverso il feed rss puoi rimanere aggiornato sui nuovi Bandi, Indagini conoscitive e Avvisi di vacanza di insegnamento pubblicati attraverso questa piattaforma.
Per poter usufruire del servizio basta cliccare sull'icona di colore arancio e ottenere il link da utilizzare con il proprio programma per la lettura di rss (come ad esempio Mozilla Thunderbird, Firefox, Outlook, Apple Mail, Vienna, etc).
Si possono sottoscrivere rss sia delle singole strutture (prima utilizzando il filtro, e quindi cliccando l'icona che apparirà) sia il feed generale (icona grande), per ogni tipologia di informazione.