Tu sei qui: Home / Bandi di lavoro / Scuola di Medicina Bando N. 44 del 16.10.2017

Scuola di Medicina, Bando N. 44 del 16.10.2017

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 15/11/2017 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Prestazione professionale
Sede di servizio Bari
Modalita' di presentazione della domanda

Art. 6 – Presentazione delle istanze

Le dichiarazioni di disponibilità e ricoprire ciascun incarico, unitamente a tutti i documenti richiesti, dovranno pervenire alla Scuola di Medicina - Ufficio protocollo, entro e non oltre le ore 12:00 del trentesimo (30°) giorno, naturale e consecutivo, a decorrere dalla data di pubblicazione del presente bando sul sito dell’Università di Bari. Nel caso in cui la scadenza ricada in un giorno festivo, questa si intende prorogata alle ore 12:00 del primo giorno lavorativo successivo.

Elementi di valutazione della candidatura

Art. 7 – Commissioni e criteri per la valutazione dei titoli e  del colloquio

In conformità a quanto previsto dall’art. 5 del Regolamento di riferimento,  l’esame istruttorio dei curricula e dei titoli e il colloquio verranno effettuati da una apposita Commissione designata dal Consiglio della Scuola di Medicina. 

Tale commissione valuterà gli elementi contenuti nel curriculum ed i titoli in correlazione con il profilo oggettivo e soggettivo – fabbisogno – e dell’apporto alla didattica ed alla ricerca che caratterizza la struttura complessa.

 

A norma dell’art. 6 del Regolamento di riferimento, la Commissione per la valutazione dei titoli  disporrà di 100 punti da attribuire come di seguito indicato:

·         max 3 p. per  tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime ;

·         max 12 p. per la posizione funzionale del candidato nelle strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione, ruoli di responsabilità rivestiti, scenario organizzativo in cui ha operato ed i particolari risultati ottenuti in tali esperienze professionali precedenti, tenuto anche conto della durata del relativo incarico;

·         max 25 p. per la tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato anche con riguardo all’attività / casistica trattata nei precedenti incarichi, misurabile in termini di volume e complessità. Le casistiche devono essere riferite al decennio precedente alla data di pubblicazione dell’avviso  e devono essere certificate dal Direttore sanitario,  dal Direttore di dipartimento o dal Direttore dell’ unità operativa di appartenenza;

·         max 3 p. per  soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi e per la partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari nazionali ed internazionali, in qualità di docente o di relatore-invited speaker;

·         max 13 p. per  l’attività didattica con affidamento di insegnamenti presso corsi di studio (corsi di laurea o di specializzazione);

·         max 24 p. per  la produzione scientifica, valutata in relazione all’attinenza alla disciplina ed in relazione alle pubblicazioni (lavori con I.F. e libri e capitoli di libro dotati di ISBN); ruolo di investigatore principale o di responsabile di unità di ricerca in progetti in ambito clinico; continuità e rilevanza dell’attività pubblicistica e di ricerca svolta nel corso di precedenti incarichi;

·         max 20 p. per lo stato giuridico in ambito universitario:

-          Professore di I fascia - punti 20

-          Professore di II fascia - punti 15

-          Ricercatori universitari a tempo indeterminato con servizio superiore ai 5 anni - punti 10.

 

Per la valutazione del colloquio la Commissione disporrà di 40 punti

 

La Commissione, entro 90 giorni dal termine di scadenza per la presentazione delle domande, presenterà al Presidente della Scuola di Medicina la graduatoria dei candidati idonei formulata sulla base dei punteggi attribuiti ai titoli e al colloquio.

 

Profili ricercati

Bando per il conferimento dell'incarico vacante di Direzione di Struttura Complessa a Direzione Universitaria di "Chirurgia Generale Universitaria Mario Rubino" dell A.O.U Consorziale "Policlinico-Giovani XXIII" 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
1 Specialistico 5 Anno/i Prendere visione del decreto allegato al presente bando.
Oggetto della prestazione

Art.  2 – Caratteristiche del fabbisogno

Le caratteristiche richieste per la copertura della posizione oggetto dell’incarico, in relazione al fabbisogno  che caratterizza la struttura complessa, sotto i profili oggettivo e soggettivo ai sensi di quanto previsto dall’art. 2, comma 2, del Regolamento di riferimento, sono le seguenti:

 

PROFILO OGGETTIVO AZIENDALE

 

Il Policlinico di Bari è un Azienda Ospedaliera integrata con l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, ai sensi dei Decreti Legislativi n. 502/92 e s.m.i. e n. 517/99, con autonomia organizzativa e gestionale dal 1° maggio 1996 ed opera nell'ambito del Servizio Sanitario Regionale e Nazionale.

 

E’ sede della Scuola/Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari per gli insegnamenti dei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie.

 

Ad oggi le strutture costituenti  l’A.O.U. Policlinico di Bari sono le seguenti:

·         il presidio Policlinico in cui sono presenti tutte le principali specialità mediche e chirurgiche;

·         l’ospedale “Giovanni XXIII” in cui sono presenti esclusivamente specialità mediche e chirurgiche pediatriche.

 

L’azienda è costituita complessivamente da n. 73 Unità Operative Complesse che afferiscono all’area medica, chirurgica e dei servizi sanitari ed è articolata in sette Dipartimenti ad Attività Integrata, in attuazione del vigente protocollo di intesa Regione Puglia – Università degli Studi di Bari per la disciplina dell’integrazione fra le attività didattiche, scientifiche ed assistenziali della Facoltà di Medicina nell’A.O.U. Policlinico – Giovanni XXIII di Bari, a fronte di una dotazione massima di  n. 1.389 posti letto (ordinari + day hospital) per l’attività assistenziale ospedaliera, oltre i letti tecnici per O.B.I., posti rene e culle per il Nido.

 

E’ sede di D.E.A. di II livello e, pertanto, svolge un ruolo centrale nella rete dell’emergenza – urgenza regionale, con la Centrale Operativa 118 per la Provincia di Bari e B.A.T., l’Elisoccorso, il Pronto Soccorso presso i due presidi ospedalieri e quelli specialistici di Oculista e di Ginecologia ed Ostetricia, lo S.T.E.N. e S.T.A.M., la Stroke Unit di II livello, l’U.T.I.C. con Emodinamica h/24, Centro Traumi di Alta Specializzazione, effettua attività trapiantologiche ed è centro di riferimento regionale per l’assistenza alle malattie rare.

 

Al Policlinico è presente l’Unità Operativa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza che gestisce circa 76.000 accessi all’anno e dispone anche di 6 posti letto tecnici di Osservazione Breve in cui annualmente transitano circa 1.000 pazienti. Inoltre è presente un Pronto Soccorso Cardiologico dotato di 8 posti letto tecnici di Osservazione Breve, Chest Pain Unit, che annualmente tratta circa 800 pazienti. E’ anche presente un Pronto Soccorso Specialistico di Oculistica h/24 con circa 14.500 accessi annui ed un Pronto Soccorso Specialistico di Ginecologia h/24 con circa 7.000 accessi annui.

 

Al Giovanni XXIII è presente un Pronto Soccorso Specialistico Pediatrico che è in fase di dotazione di 4 posti letto tecnici per l’Osservazione Breve, con circa 29.000 accessi annui.

 

Invece, i ricoveri per traumatismo, sia quelli maggiori che quelli meno rilevanti o gravi, sono complessivamente circa 3.000 annui ed essendo attività trasversali interessano tutte le unità operative di degenza aziendali in relazione alla stabilizzazione clinica dei pazienti interessati e delle loro problematiche polidistrettuali e che necessitano quindi di assistenza multidisciplinare.

 

Nel corso dell’anno 2016, globalmente nei due presidi, sono stati effettuati  n. 42.185 ricoveri ordinari con peso medio 1,1717 e degenza media di 7,85 giorni e n. 13.164 ricoveri in day hospital con peso medio 0,8679 e 2,1 accessi in media mentre per l’attività chirurgica, in regime di ricovero, sono stati effettuati n. 18.227 ricoveri con DRG chirurgico, pari al 33,01%. Inoltre sono state erogate complessivamente n. 2.495.949 prestazioni specialistiche ambulatoriali di cui n. 19.464 sono stati day service.

 

Per quanto riguarda l’attività trapiantologica sono stati effettuati n. 65 trapianti di rene, n. 20 trapianti di fegato, n. 2 trapianti di cuore e n. 5 impianti di assistenza cardiaca VAD,  n. 61 trapianti di midollo osseo e n. 157 innesti di cornea oltre agli innesti di tessuto muscolo – scheletrico.

 

Nel corso dell’anno 2016 è iniziata anche l’attività chirurgica computer assistita (chirurgia robotica) con n. 210 pazienti operati prevalentemente dalle Unità Operative di Urologia (n. 161 ricoveri) e di Chirurgia Generale (n. 49 ricoveri).

 

Si riepilogano, pertanto, i principali dati di attività dell’anno 2016:

 

 

 

 

Anno 2016

 

 

 

Policlinico

Giovanni XXIII

Totale

NUMERO RICOVERI ORDINARI

33.969

8.216

42.185

TOTALE GIORNATE DI DEGENZA R.O.

289.839

41.524

331.363

DEGENZA MEDIA R.O.

8,53

5,05

7,85

PESO MEDIO R.O.

1,2930

0,6690

1,1717

NUMERO RICOVERI IN DAY HOSPITAL

10.967

2.198

13.165

TOTALE ACCESSI D.H.

18.117

3.089

21.206

N. MEDIO ACCESSI PER D.H.


2,2

1,5

2,1

PESO MEDIO D.H.

 

0,9197

0,6019

0,8679

NUMERO TOTALE RICOVERI CHIRURGICI

16.229

1.998

18.227

NUMERO TOTALE RICOVERI URGENTI

19.615

5.538

25.153

NUMERO PRESTAZIONI SPECIALISTICHE AMBULATORIALI E DAY SERVICE

2.152.160

343.789

2.495.949

 

L’incidenza totale dei ricoveri in urgenza (n. 25.153) è stata pari al 45,56% mentre quella dei DRG potenzialmente ad alto rischio di inappropriatezza (n. 16.675) è stata pari al 30,13%.

 

La percentuale dei DRG chirurgici (n. 18.227) in regime di ricovero, a livello aziendale, è stata pari al 33,01% mentre la percentuale dei ricoveri per pazienti extra regionali (n. 2.953) è stata pari al 5,35%.

 

Presso il Punto Nascita aziendale sono stati effettuati complessivamente n. 1.679 parti di cui n. 683, pari al 40,68%, risultano parti cesarei.

           

PROFILO OGGETTIVO  CHIRURGIA GENERALE UNIVERSITARIA “MARIO RUBINO”

 

L’Unità Operativa di Chirurgia Generale Universitaria “Mario Rubino” è situata presso il Presidio Ospedaliero Policlinico, afferisce al D.A.I. Chirurgia Generale, Ginecologia ed Ostetricia ed Anestesia, ed utilizza mediamente n. 27 posti letto per ricoveri in regime ordinario (di cui n. 6 per T.I.P.O.) ed n. 2 posti letto in day hospital. Svolge la propria attività chirurgica presso il blocco operatorio “B” al piano rialzato del Padiglione Chirurgico.

 

Nell’anno 2016 ha effettuato n. 803 ricoveri ordinari con degenza media di 7,52 giorni ed un peso medio di 1,7562 per un importo totale di Euro 4.166.711,00; n. 364 ricoveri in day hospital con una media di 1,1 accessi ed un peso medio di 0,8801 per un importo totale di Euro 355.301,00; n. 9.893 prestazioni specialistiche ambulatoriali per un importo totale di Euro 316.183,91. L’attività chirurgica complessiva è stata pari al 70,09% (n. 818 SDO con DRG chirurgico), la percentuale dei ricoveri in urgenza è stata pari al 13,95% (n. 112 SDO), la percentuale dei ricoveri con DRG ad alto rischio di inappropriatezza è stata pari all’37,96% (n. 443 SDO) e la percentuale dei ricoveri extra regionali è stata pari al 2,74% (n. 32 SDO). (§)

 

Si riportano i primi DRG in regime ordinario con un numero di dimessi > 15 casi per l’anno 2016 (*):

 

DRG

Tipo DRG

Descrizione

Peso Medio

N. dimessi

Importo

149

C

Interventi maggiori su intestino crasso e tenue, senza CC

1,91

64

452.415,00

158

C

Interventi su ano e stoma, senza CC

0,61

62

76.741,00

192

C

Interventi su pancreas, fegato e di shunt senza CC

2,60

61

597.844,00

494

C

Colecistectomia laparoscopica senza esplorazione del dotto biliare comune, senza CC

0,89

57

166.593,00

203

M

Neoplasie maligne dell’apparato epatobiliare o del pancreas

1,28

55

208.415,00

191

C

Interventi su pancreas, fegato e di shunt con CC

3,56

45

604.113,00

468

C

Intervento chirurgico esteso non correlato con la diagnosi principale

2,87

29

294.582,00

290

C

Intervento sulla tiroide

1,00

23

75.138,00

160

C

Interventi per ernia, eccetto inguinale e femorale, età > 17 anni senza CC

1,10

23

31.837,00

208

M

Malattie delle vie biliari, senza CC

0,67

20

22.095,00

297

M

Disturbi della nutrizione e miscellanea di disturbi del metabolismo, età > 17 anni senza CC

0,56

20

21.057,00

155

C

Interventi su esofago, stomaco e duodeno, età > 17 anni senza CC

2,15

19

124.754,00

570

C

Interventi maggiori su intestino crasso e tenue con CC senza diagnosi gastrointestinale maggiore

2,74

18

203.724,00

147

C

Resezione rettale senza CC

2,16

18

135.098,00

 

Si riportano i primi DRG in day hospital con un numero di dimessi > 15 casi per l’anno 2016 (*):

 

DRG

Tipo DRG

Descrizione

Peso Medio

N. dimessi

Importo

158

C

Interventi su ano e stoma, senza CC

0,61

101

101.707,00

189

M

Altre diagnosi relative all’apparato digerente, età > 17 anni senza CC

0,52

53

10.324,00

270

C

Altri interventi su pelle, tessuto sottocutaneo e mammella senza CC

0,77

38

41.762,00

532

C

Interventi su midollo spinale senza CC

2,20

25

69.555,00

203

M

Neoplasie maligne dell’apparato epatobiliare o del pancreas

1,28

25

9.420,00

162

C

Interventi per ernia inguinale e femorale, età > 17 anni senza CC

0,74

18

23.040,00

267

C

Interventi perianali e pilonidali

0,53

16

13.952,00

 

(*) Fonte: Sistema Informativo Sanitario – Regione Puglia (N.S.I.S.R. – Edotto).

 

(§) I dati complessivi di riferimento della U.O.C. sono stati rielaborati a seguito scorporo della casistica riguardante l’attività trapiantologica, post chirurgica e follow - up della U.O.S.D. di Chirurgia Epato – Biliare con annesso Centro Trapianti di Fegato, istituita con deliberazione n.731/2017 (SDO con intervento chirurgico principale 50.59, SDO con diagnosi principale o secondaria 996.82, V42.7, V58.4 ed impegnative per prestazioni specialistiche ambulatoriali con codice di esenzione assistiti 050 e 052).

Requisiti per la partecipazione

PROFILO SOGGETTIVO

 

Si ritiene opportuno considerare i seguenti elementi di carattere generale e di carattere specifico, ritenuti adeguati, al fine di poter ricoprire la funzione di Direttore dell’Unità Operativa Complessa interessata, ovvero:

 

Aspetti di carattere generale, i candidati dovranno possedere:

 

-        consolidata esperienza ed elevata professionalità in merito alla gestione ed alla promozione dei percorsi diagnostico-terapeutici ed assistenziali della specifica attività clinica e/o del settore scientifico disciplinare di Chirurgia Generale, un approccio/confronto clinico multidisciplinare in ambito aziendale, sia dipartimentale che extra dipartimentale, con la propensione alla revisione dei processi e delle procedure ed allo sviluppo di competenze, capacità professionali ed organizzative in ambiti che in futuro possono implementare e migliorare le attività assistenziali della struttura complessa;

-        capacità di risposta ai bisogni territoriali per l’emergenza – urgenza, l’alta specializzazione e le comorbilità complesse;

-        elevata competenza e capacità di innovazione clinica, disponendo di adeguate conoscenze specifiche di Clinical Governance, di E.B.M. (Evidence Based Medicine) e del Programma Nazionale Esiti (P.N.E dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), garantendo l'appropriatezza clinica ed organizzativa, l'implementazione appropriata di nuove tecnologie e l'introduzione nella pratica quotidiana delle più moderne metodiche secondo le logiche dell'H.T.A. (Health Tecnology Assessment), nel rispetto delle linee guida, della sicurezza e della centralità del paziente;

-        capacità programmatorie da esprimere nell'organizzazione e nella gestione della struttura complessa, garantendo collaborazione propositiva e la piena integrazione in ambito intra ed interdipartimentale, il rispetto e l'attuazione delle procedure per garantire la sicurezza, la condivisione di protocolli diagnostico - terapeutici assistenziali e l'utilizzo flessibile ed efficiente delle risorse assegnate (umane, tecnologiche, ecc.) sulla base degli orientamenti aziendali e nell'ambito delle linee di programmazione concordate in sede di budget;

-        conoscenza e sviluppo diretto di strumenti finalizzati al miglioramento della qualità dell'assistenza, inteso come strumento di gestione aziendale, attraverso anche l'implementazione di soluzioni/programmi innovativi di Integrated Health Care Manager per il miglioramento della qualità delle cure e garantire la continuità assistenziale da parte della struttura complessa;

-        conoscenza e sviluppo diretto dei principali strumenti di risk management, di gestione del rischio clinico e dell'audit, in maniera integrata con le altre componenti dipartimentali ed aziendali;

-        attitudini relazionali orientate a favorire la positiva soluzione dei conflitti e sostenere la collaborazione con le altre strutture complesse dei sette Dipartimenti ad Attività Integrata ed in generale con tutte le altre componenti dell'organizzazione aziendale;

-        capacità organizzativa ed attitudine a favorire un clima collaborativo e di fiducia all'interno dell'equipe, orientato all'integrazione ed allo sviluppo di indirizzi professionali altamente specialistici e/o differenti ma complementari al fine di poter migliorare l'offerta qualitativa delle prestazioni erogate, favorendo l'armonica integrazione tra tutti i professionisti coinvolti nei percorsi assistenziali (personale sanitario medico, personale sanitario non medico, personale tecnico - sanitario ed infermieristico) con particolare attenzione anche alle competenze trasversali, comunicative e relazionali;

-        capacità di riconoscere criticità, rischi, eventi sentinella al fine di poter avviare e/o potenziare percorsi di miglioramento continuo;

-        capacità di gestione delle risorse strutturali e tecnologiche al fine di poter ottenere il giusto equilibrio tra complessità delle patologie trattate ed efficienza dell'unità operativa e la giusta compatibilità delle attività svolte con il funzionamento dell'unità operativa;

-        leadership orientata alla valorizzazione ed allo sviluppo professionale dei collaboratori, prevedendo per ciascuno un piano di sviluppo formativo e professionale in ambito di "clinical competence" coerente con le attitudini e con le esigenze e gli obiettivi aziendali;

-        rispetto ed orientamento al miglioramento degli strumenti di informazione e coinvolgimento del personale nei percorsi di competenza;

-        dimostrazione comprovata, in termini quali - quantitativi, delle proprie specifiche attività cliniche - assistenziali svolte ovvero della complessità della casistica trattata, in regime di ricovero ed ambulatoriale, negli ultimi dieci anni, nell'ambito del proprio specifico campo o settore disciplinare ovvero dell'Unità Operativa in cui presta o ha prestato servizio;

-        adeguate competenze nell’ambito della ricerca scientifica traslazionale, dell’alta formazione sanitaria, medico – chirurgica, odontosmatologica, specialistica medica, chirurgica e dei servizi;

-        dimostrazione comprovata ed attinente attività di produzione e/o pubblicazione scientifica, negli ultimi dieci anni, nell'ambito del proprio specifico campo o settore, coerente con la disciplina richiesta;

-        dimostrazione di una costante ed adeguata attività formativa negli ultimi dieci anni.

 

Aspetti di carattere specifico per la Chirurgia Generale Universitaria Mario Rubino:

Per l’Unità Operativa di Chirurgia Generale Universitaria Mario Rubino, afferente al D.A.I. di Chirurgia Generale, Ginecologia ed Ostetricia ed Anestesia, è richiesta ai candidati una specifica e consolidata esperienza clinica:

 

1)      nella diagnosi ed il trattamento chirurgico della patologia oncologica complessa e recidiva e/o interessante più organi;

2)      nella chirurgia tradizionale e mininvasiva per la patologia esofago – gastrica, epato - bilio – pancreatica, colo – rettale, splenica e linfonodale, endocrina, peritoneo – retro peritoneo, obesità;

3)      nella chirurgia complessa addominale e della patologia di parete e diaframmatica;

4)      nell’introduzione di nuovi e sempre più efficaci protocolli di diagnosi ed innovative tecniche chirurgiche per le suddette patologie;

5)      nella collaborazione clinica multidisciplinare per la gestione integrata di percorsi diagnostico - terapeutici assistenziali con le diverse unità operative sanitarie aziendali, sia in ambito dipartimentale che extra dipartimentale, e specialistica con le UU.OO.SS.DD. di Chirurgia Epato – Biliare e di Endoscopia Diagnostica ed Interventistica, di nuova istituzione;

6)      nel garantire il miglioramento delle performance cliniche ed organizzative (volumi di attività, outcomes clinici ed esiti) finalizzate allo sviluppo dell’efficacia e dell’efficienza dell’attività assistenziale effettuata dall’unità operativa.

Azioni sul documento
Pubblicato il: 16/10/2017 
Tieniti aggiornato

Attraverso il feed rss puoi rimanere aggiornato sui nuovi Bandi, Indagini conoscitive e Avvisi di vacanza di insegnamento pubblicati attraverso questa piattaforma.
Per poter usufruire del servizio basta cliccare sull'icona di colore arancio e ottenere il link da utilizzare con il proprio programma per la lettura di rss (come ad esempio Mozilla Thunderbird, Firefox, Outlook, Apple Mail, Vienna, etc).
Si possono sottoscrivere rss sia delle singole strutture (prima utilizzando il filtro, e quindi cliccando l'icona che apparirà) sia il feed generale (icona grande), per ogni tipologia di informazione.