Strumenti personali

Logotipo di UniBa
Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Bandi di lavoro / Dipartimento di Scienze economiche e metodi matematici Prot. n. 62/14

Dipartimento di Scienze economiche e metodi matematici, Prot. n. 62/14

Avviso di vacanza di insegnamento

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 03/02/2014 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Collaborazione coordinata e continuativa
Modalita' di presentazione della domanda

La domanda, in carta semplice, indirizzata al Direttore, deve pervenire all’Ufficio di Direzione (fax 080.5049017) entro e non oltre le ore 12:00 del  3 febbraio 2014. Nella domanda l'aspirante all'incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest'ultimo ai sensi dell'art.16, 1° comma, della legge n.341/90, deve indicare il proprio status accademico, l'Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza e precisare, ai fini dell'art. 12, 7° comma della legge 341/90, se l'insegnamento cui aspira rientri o no nell'impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili. I docenti di altro Dipartimento o Università dovranno altresì presentare copia della richiesta di nulla osta inoltrata alla struttura di appartenenza, riportante l’attestazione di avvenuta presentazione (timbro di arrivo o di protocollo). Gli aspiranti agli incarichi di insegnamento di cui ai punti 2) e 3) dell'avviso devono allegare i titoli e la documentazione necessaria per la valutazione didattico-scientifica ai fini dell’attribuzione dell’incarico, nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza. L’aspirante all’incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell’a.a. 2012/2013 e che intende professare nell’a.a. 2013/2014. L’aspirante all’incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento, relativo all’a.a. 2013/2014, impegnandosi a svolgere le lezioni secondo il calendario indicato dal Coordinatore del Corso di studio.

Nella domanda l'aspirante all'incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest'ultimo ai sensi dell'art.16, 1° comma, della legge n.341/90, deve indicare il proprio status accademico, l'Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza e precisare, ai fini dell'art. 12, 7° comma della legge 341/90, se l'insegnamento cui aspira rientri o no nell'impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili. I docenti di altro Dipartimento o Università dovranno altresì presentare copia della richiesta di nulla osta inoltrata alla struttura di appartenenza, riportante l’attestazione di avvenuta presentazione (timbro di arrivo o di protocollo). Gli aspiranti agli incarichi di insegnamento di cui ai punti 2) e 3) dell'avviso devono allegare i titoli e la documentazione necessaria per la valutazione didattico-scientifica ai fini dell’attribuzione dell’incarico, nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell’Amministrazione di appartenenza. L’aspirante all’incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell’a.a. 2012/2013 e che intende professare nell’a.a. 2013/2014. L’aspirante all’incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento, relativo all’a.a. 2013/2014, impegnandosi a svolgere le lezioni secondo il calendario indicato dal Coordinatore del Corso di studio.
Elementi di valutazione della candidatura

In caso di presentazione di più domande per il medesimo insegnamento da ricoprire la procedura di valutazione comparativa degli aspiranti è demandata al Consiglio di Dipartimento che si potrà avvalere di una Commissione istruttoria appositamente nominata. La valutazione comparativa, nel rispetto del Codice dei comportamenti, deve mirare all’accertamento dell’idonea qualificazione professionale e scientifica del candidato in riferimento ai contenuti ed alle caratteristiche dell’incarico didattico che si intende conferire.

La valutazione comparativa dei titoli degli aspiranti è effettuata sulla base dei seguenti elementi debitamente documentati:

a)      svolgimento di attività didattica a livello universitario in Italia o all’estero;

b)      prestazione di servizi di formazione e ricerca, anche con rapporto di lavoro a tempo determinato, presso istituti pubblici italiani o all’estero;

c)      svolgimento di attività di ricerca presso soggetti pubblici e privati italiani e stranieri.

Il possesso del titolo di dottore di ricerca, ovvero di titoli equivalenti conseguiti all’estero, nonché l’abilitazione scientifica di cui all’articolo 16 della L. 240/2010, costituiscono titoli preferenziali ai fini dell’attribuzione dell’incarico.

Nell’effettuare la valutazione comparativa degli aspiranti possono essere presi in considerazione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti, nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale.

La valutazione comparativa delle pubblicazioni presentate dagli aspiranti deve avvenire sulla base dei seguenti criteri:

a)             congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore scientifico-disciplinare in cui è ricompreso l’insegnamento da ricoprire;

b)             rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all’interno della comunità scientifica.

Sarà altresì valutata la consistenza complessiva della produzione scientifica dell’aspirante, l’intensità e la continuità temporale della stessa.

A seguito di motivato giudizio, verrà stilata la graduatoria di merito.

L’incarico d’insegnamento sarà conferito per la durata del corso, con provvedimento del Magnifico Rettore, su proposta del Consiglio di Dipartimento. Gli interessati saranno tenuti all’assolvimento degli obblighi di cui all’art.7 del D.R. n. 7546 del 27/12/2011

La valutazione comparativa dei titoli degli aspiranti è effettuata sulla base dei seguenti elementi debitamente documentati:

a)      svolgimento di attività didattica a livello universitario in Italia o all’estero;

b)      prestazione di servizi di formazione e ricerca, anche con rapporto di lavoro a tempo determinato, presso istituti pubblici italiani o all’estero;

c)      svolgimento di attività di ricerca presso soggetti pubblici e privati italiani e stranieri.

Il possesso del titolo di dottore di ricerca, ovvero di titoli equivalenti conseguiti all’estero, nonché l’abilitazione scientifica di cui all’articolo 16 della L. 240/2010, costituiscono titoli preferenziali ai fini dell’attribuzione dell’incarico.

Nell’effettuare la valutazione comparativa degli aspiranti possono essere presi in considerazione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti, nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale.

La valutazione comparativa delle pubblicazioni presentate dagli aspiranti deve avvenire sulla base dei seguenti criteri:

a)             congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore scientifico-disciplinare in cui è ricompreso l’insegnamento da ricoprire;

b)             rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all’interno della comunità scientifica.

Sarà altresì valutata la consistenza complessiva della produzione scientifica dell’aspirante, l’intensità e la continuità temporale della stessa.

A seguito di motivato giudizio, verrà stilata la graduatoria di merito.

L’incarico d’insegnamento sarà conferito per la durata del corso, con provvedimento del Magnifico Rettore, su proposta del Consiglio di Dipartimento. Gli interessati saranno tenuti all’assolvimento degli obblighi di cui all’art.7 del D.R. n. 7546 del 27/12/2011

Note

V AWISO DI VACANZADI INSEGNAMENTI PER L'A.A. 2OI3.2OI4

Profili ricercati

INCARICHI DI DOCENZA 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
2 Didattico 0.00
Oggetto della prestazione

 

SEDE DI BARI

Settore disciplinare

INSEGNAMENTO

CFU TOT

DENOMINAZIONE

DEL CORSO DI STUDIO                                                      

SECS-P/07

Ragioneria generale (corso L-Z)

10

EC

SECS/S-06

Matematica finanziaria e attuariale (corso progredito)

8

SMEF

Requisiti per la partecipazione

Per la copertura dei predetti insegnamenti possono presentare domanda:

 

1)     i professori di prima e seconda fascia, i ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, gli assistenti del ruolo ad esaurimento, i professori incaricati stabilizzati;

2)     il personale di Enti pubblici e privati con i quali l’Università di Bari abbia stipulato specifiche convenzioni;

3)     i soggetti in possesso di adeguati requisiti scientifici e professionali di cui al comma 2 dell’art. 23 della Legge 240/2010.

 

Profili ricercati

Data di emanazione del bando
23/01/2014 12:00
Data di termine per la presentazione delle domande
03/02/2014 12:00
File decreto PDF document icon V avviso vacanza 2013 2014.pdf — Documento PDF, 2.71 MB (2836404 bytes)
Azioni sul documento
Pubblicato il: 23/01/2014 
Tieniti aggiornato

Attraverso il feed rss puoi rimanere aggiornato sui nuovi Bandi, Indagini conoscitive e Avvisi di vacanza di insegnamento pubblicati attraverso questa piattaforma.
Per poter usufruire del servizio basta cliccare sull'icona di colore arancio e ottenere il link da utilizzare con il proprio programma per la lettura di rss (come ad esempio Mozilla Thunderbird, Firefox, Outlook, Apple Mail, Vienna, etc).
Si possono sottoscrivere rss sia delle singole strutture (prima utilizzando il filtro, e quindi cliccando l'icona che apparirà) sia il feed generale (icona grande), per ogni tipologia di informazione.