Tu sei qui: Home / Bandi di lavoro / Dipartimento di Giurisprudenza 1062-III/2

Dipartimento di Giurisprudenza, 1062-III/2

Avviso di vacanza di insegnamento

Attenzione
Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 20/06/2018 salvo rettifica.
Tipologia contrattuale Contratti a tempo determinato
Sede di servizio Dipartimento di Giurisprudenza
Modalita' di presentazione della domanda

 

La domanda, in carta semplice, indirizzata al Direttore del Dipartimento e le relative allegazioni, redatte secondo la modulistica allegata al presente bando, devono pervenire entro non oltre le ore 12.00 del giorno 20 giugno 2018, presso la Direzione del Dipartimento di Giurisprudenza.

Si fa presente che le domande possono essere presentate anche tramite fax al seguente numero: 080-5717358, ovvero mediante posta certificata al seguente indirizzo: direzione.giurisprudenza@pec.uniba.it.

Elementi di valutazione della candidatura

 

Per la copertura dei predetti insegnamenti hanno titolo a partecipare, in successione ed in via prioritaria:

1) docenti di altre strutture dell'Ateneo che presentino domanda a titolo di completamento del carico didattico;

2) professori di prima e seconda fascia, ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, assistenti del ruolo ad esaurimento, nonché professori incaricati stabilizzati;

3) personale di Enti pubblici e privati con i quali l'Università di Bari abbia stipulato specifiche convenzioni;

in subordine,

4) soggetti in possesso di adeguati requisiti scientifici e professionali, ai sensi dell’art.4 del Regolamento di Ateneo per il conferimento di incarichi di insegnamento e didattica integrativa per affidamento o per contratti ai sensi dell’art.23 della legge 240/2010, emanato con D.R.n.7546 del 27.12.2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013.

Nella domanda l'aspirante all'incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest'ultimo ai sensi dell'art. 16, 1° comma, della legge n. 341/90, deve indicare il proprio status accademico, l'Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza, precisare se l’insegnamento cui aspira rientri o no nell'impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili, nonché indicare il carico complessivo assolto, in CFU ed ore, presso altre strutture.

L'aspirante all'incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell'A.A. 2017/2018 e che intende professare nell'A.A. 2018/2019.

Gli aspiranti all'incarico di insegnamento di cui ai punti 2), 3), 4) , devono dichiarare che non sussistano le situazioni di incompatibilità previste dall'art. 6 del Regolamento di Ateneo approvato con D.R. n. 7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013 e attestare la insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interessi con la specifica attività didattica oggetto del bando; nonché devono allegare, a pena di nullità, la documentazione necessaria per la valutazione della qualificazione scientifica e professionale, nonché delle pregresse esperienze didattiche attinenti ai contenuti disciplinari dell’insegnamento da impartire e coerenti con il relativo percorso formativo, ai fini dell’attribuzione dell'incarico e della eventuale valutazione comparativa prevista dall'art. 2 del citato D.R., nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell'Amministrazione di appartenenza. E' ammesso il riferimento alla documentazione già allegata in occasione di precedenti domande, già presentate per analogo incarico presso il Dipartimento di Giurisprudenza.

L'aspirante all'incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento su supporto informatico. Il programma deve essere formulato in modo da assicurare uno studio congruo e coerente con la formazione giuridica degli iscritti al corso di laurea cui l’insegnamento pertiene.

Qualora l’incarico non sia attribuito ad aspiranti rientrati nei punti da 1) a 3) del presente bando, si procederà a valutazione comparativa degli aspiranti di cui al punto 4), che verrà compiuta dal Consiglio di Dipartimento, eventualmente avvalendosi di apposita commissione istruttoria, tenuto conto delle competenze professionali e scientifiche rilevanti ai fini dell’incarico nonché di precedenti esperienze didattiche e del programma proposto. Il possesso del titolo di dottore di ricerca ovvero di titoli equivalenti conseguiti all’estero, nonché l’abilitazione scientifica di cui all’art.16, L.240/2010, costituiscono, a parità di valutazione, titolo preferenziale ai fini dell’attribuzione dell’incarico.

Gli incarichi sono conferiti a titolo gratuito con provvedimento del Rettore al personale interno al sistema universitario di cui ai precedenti punti 1) e 2) nonché al personale di cui al punto 3) secondo le modalità definite dalla convenzione senza oneri per l'Università.

Ove si tratti di aspiranti di cui al precedente punto 4), gli incarichi sono affidati mediante contratto a titolo oneroso ai sensi dell’art.4 del D.R. n.7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013. Il compenso orario è determinato in base alla delibera approvata dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 24 settembre 2014 ed è, pertanto, determinato in € 25,00 (al netto degli oneri c/amministrazione). Qualora l’attività prestata si configuri come attività di collaborazione coordinata e continuativa, si applicano le pertinenti disposizioni di legge in materia previdenziale. La copertura finanziaria sarà assicurata con i fondi a disposizione del Dipartimento sulla UPB DirettoreGIURI17CIO01.

Profili ricercati

Incarichi di insegnamento presso Dipartimento di Giurisprudenza - II avviso 
N.posti / incarichi Tipo Durata Compenso
3 Didattico 6 Mese/i Prendere visione del decreto allegato al presente bando.
Oggetto della prestazione

 


Settore

Insegnamento

CFU

ORE

1


INF/01

Abilità informatiche per giuristi – II semestre

Laurea magistrale in Giurisprudenza (già Giurisprudenza d’impresa) – corso comune con il corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici (3 Cfu) e il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici d’impresa (3 Cfu)

4

40

2

IUS/07

Diritto del lavoro 2 e organizzazione del lavoro (Modulo di Organizzazione del lavoro) – I semestre

Laurea magistrale in Giurisprudenza (già Giurisprudenza d’impresa)

3


30

3


ING/IND35

Economia ed organizzazione aziendale – I semestre

Laurea magistrale in Giurisprudenza (già Giurisprudenza d’impresa)

6

60

Requisiti per la partecipazione

 

Per la copertura dei predetti insegnamenti hanno titolo a partecipare, in successione ed in via prioritaria:

1) docenti di altre strutture dell'Ateneo che presentino domanda a titolo di completamento del carico didattico;

2) professori di prima e seconda fascia, ricercatori universitari di ruolo e a tempo determinato, assistenti del ruolo ad esaurimento, nonché professori incaricati stabilizzati;

3) personale di Enti pubblici e privati con i quali l'Università di Bari abbia stipulato specifiche convenzioni;

in subordine,

4) soggetti in possesso di adeguati requisiti scientifici e professionali, ai sensi dell’art.4 del Regolamento di Ateneo per il conferimento di incarichi di insegnamento e didattica integrativa per affidamento o per contratti ai sensi dell’art.23 della legge 240/2010, emanato con D.R.n.7546 del 27.12.2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013.

Nella domanda l'aspirante all'incarico, se professore di ruolo, ricercatore o status equiparato a quest'ultimo ai sensi dell'art. 16, 1° comma, della legge n. 341/90, deve indicare il proprio status accademico, l'Università, il Dipartimento e il settore scientifico disciplinare di appartenenza, precisare se l’insegnamento cui aspira rientri o no nell'impegno orario complessivo previsto, per i professori e per i ricercatori, dalle norme di legge ad essi rispettivamente applicabili, nonché indicare il carico complessivo assolto, in CFU ed ore, presso altre strutture.

L'aspirante all'incarico deve, altresì, allegare alla domanda, secondo il modello predisposto, la dichiarazione degli insegnamenti presso corsi di studio, scuole di specializzazione o strutture didattiche comparabili di Università, pubbliche o private, italiane e straniere eventualmente professati nell'A.A. 2017/2018 e che intende professare nell'A.A. 2018/2019.

Gli aspiranti all'incarico di insegnamento di cui ai punti 2), 3), 4) , devono dichiarare che non sussistano le situazioni di incompatibilità previste dall'art. 6 del Regolamento di Ateneo approvato con D.R. n. 7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013 e attestare la insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interessi con la specifica attività didattica oggetto del bando; nonché devono allegare, a pena di nullità, la documentazione necessaria per la valutazione della qualificazione scientifica e professionale, nonché delle pregresse esperienze didattiche attinenti ai contenuti disciplinari dell’insegnamento da impartire e coerenti con il relativo percorso formativo, ai fini dell’attribuzione dell'incarico e della eventuale valutazione comparativa prevista dall'art. 2 del citato D.R., nonché, se pubblico dipendente, la preventiva autorizzazione dell'Amministrazione di appartenenza. E' ammesso il riferimento alla documentazione già allegata in occasione di precedenti domande, già presentate per analogo incarico presso il Dipartimento di Giurisprudenza.

L'aspirante all'incarico deve, infine, allegare alla domanda il programma dell’insegnamento su supporto informatico. Il programma deve essere formulato in modo da assicurare uno studio congruo e coerente con la formazione giuridica degli iscritti al corso di laurea cui l’insegnamento pertiene.

Qualora l’incarico non sia attribuito ad aspiranti rientrati nei punti da 1) a 3) del presente bando, si procederà a valutazione comparativa degli aspiranti di cui al punto 4), che verrà compiuta dal Consiglio di Dipartimento, eventualmente avvalendosi di apposita commissione istruttoria, tenuto conto delle competenze professionali e scientifiche rilevanti ai fini dell’incarico nonché di precedenti esperienze didattiche e del programma proposto. Il possesso del titolo di dottore di ricerca ovvero di titoli equivalenti conseguiti all’estero, nonché l’abilitazione scientifica di cui all’art.16, L.240/2010, costituiscono, a parità di valutazione, titolo preferenziale ai fini dell’attribuzione dell’incarico.

Gli incarichi sono conferiti a titolo gratuito con provvedimento del Rettore al personale interno al sistema universitario di cui ai precedenti punti 1) e 2) nonché al personale di cui al punto 3) secondo le modalità definite dalla convenzione senza oneri per l'Università.

Ove si tratti di aspiranti di cui al precedente punto 4), gli incarichi sono affidati mediante contratto a titolo oneroso ai sensi dell’art.4 del D.R. n.7546/2011, come riformulato dal D.R. n. 295 del 23.1.2013. Il compenso orario è determinato in base alla delibera approvata dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 24 settembre 2014 ed è, pertanto, determinato in € 25,00 (al netto degli oneri c/amministrazione). Qualora l’attività prestata si configuri come attività di collaborazione coordinata e continuativa, si applicano le pertinenti disposizioni di legge in materia previdenziale. La copertura finanziaria sarà assicurata con i fondi a disposizione del Dipartimento sulla UPB DirettoreGIURI17CIO01.

Profili ricercati

Data di emanazione del bando
04/06/2018 11:30
Data di termine per la presentazione delle domande
20/06/2018 12:00
File decreto PDF document icon II avviso di vacanza_0001.pdf — Documento PDF, 3.12 MB (3266514 bytes)
Azioni sul documento
Pubblicato il: 04/06/2018  Ultima modifica: 05/06/2018
Tieniti aggiornato

Attraverso il feed rss puoi rimanere aggiornato sui nuovi Bandi, Indagini conoscitive e Avvisi di vacanza di insegnamento pubblicati attraverso questa piattaforma.
Per poter usufruire del servizio basta cliccare sull'icona di colore arancio e ottenere il link da utilizzare con il proprio programma per la lettura di rss (come ad esempio Mozilla Thunderbird, Firefox, Outlook, Apple Mail, Vienna, etc).
Si possono sottoscrivere rss sia delle singole strutture (prima utilizzando il filtro, e quindi cliccando l'icona che apparirà) sia il feed generale (icona grande), per ogni tipologia di informazione.